fbpx

Amalfi: scopri cosa vedere

46 views

 

Amalfi, un angolo di paradiso in costiera

Con le sue case bianche, i panorami mozzafiato e il meraviglioso Duomo, Amalfi è tra le destinazioni più desiderate al mondo insieme agli splendidi borghi che popolano la costiera patrimonio Unesco che prende il nome dall’antica Repubblica Marinara. Chi approda in Costiera Amalfitana non può mancare una visita ad Amalfi: cosa vedere in una sola giornata per assaporare le bellezze più preziose del territorio?

Amalfi: cosa vedere per scoprire il passato della città

Simbolo della città è il Duomo di Sant’Andrea Apostolo in stile arabo-siciliano. Dedicato al patrono di Amalfi, è il monumento più iconico e una tappa obbligata per chi visita la città. Caratterizzato dalla sovrapposizione di elementi architettonici di diverse epoche, il complesso conquista al primo sguardo con il suo suggestivo portico e il bel campanile, caratterizzato da bifore e trifore slanciate e dal cupolino policromo. Contribuisce alla maestosità della visione anche la scalinata monumentale che conduce all’ingresso del duomo. L’interno custodisce una varietà di tesori spaziando tra opere barocche, gotiche e rinascimentali.

All’interno del complesso museale potrete visitare anche il chiostro del Paradiso, caratterizzato da un magnifico portico con volte, archi d’influsso moresco e sottili colonne bianche. Destinato ad ospitare le tombe di cittadini illustri e popolato di piante esotiche, il chiostro in stile arabo conserva un’interessante collezione di sarcofagi e dipinti murali ad affresco.

Amalfi cosa vedere - Consigliami Dove

Amalfi cosa vedere – Consigliami Dove

Siete appassionati di storia? Sicuramente sarete incuriositi dalla possibilità di approfondire il passato glorioso della città. Cosa vedere ad Amalfi per rivivere i fasti della Repubblica Amalfitana? Per rivivere i tempi in cui Amalfi monopolizzava i traffici con l’Oriente, ricordatevi di programmare una visita all’Arsenale della Repubblica e al Museo della Bussola e del Ducato Marinaro. Le testimonianze qui raccolte includono i resti dell’antica condotta idraulica, le carte delle rotte e preziose pergamene che aiutano a comprendere l’organizzazione sociale, politica ed economica del tempo.

Cosa vedere ad Amalfi e dintorni

La Costiera Amalfitana offre scenari spettacolari avvolti nel profumo di limone e nelle essenze mediterranee che si intrecciano ai sentori salmastri. Mare e roccia inscenano un dialogo unico, giocato sulla verticalità e sull’alternarsi di promontori, insenature, baie e falesie che creano un paesaggio movimentato e selvaggio. Percorrere la strada panoramica SS. 163 offre la possibilità di ammirare scorci fantastici inseguendo il profilo della costa. Muoversi in barca è un’alternativa altrettanto valida per esplorare il litorale e padroneggiare la varietà dei panorami che circondano Amalfi: cosa vedere in giornata e dove programmare una sosta per conquistare le vedute più spettacolari?

I borghi della Divina Costiera rivaleggiano per fascino: un unico viaggio probabilmente non vi basterà. Del resto, la tentazione di tornare sui vostri passi sarà più forte che mai! Volete puntare sulle località più conosciute? In questo caso una tappa a Positano non può mancare per respirare la sua atmosfera modaiola, i suoi scorci pittoreschi e fare un po’ di shopping. Se volete sfoggiare il tipico stile Positano o acquistare un souvenir tuffatevi nelle botteghe artigianali e nei negozi che espongono i tradizionali sandali di cuoio e freschi abiti in lino.

La Costiera Amalfitana offre emozioni a non finire agli amanti del trekking: cosa vedere ad Amalfi per vivere una vacanza in chiave slow? Tra i percorsi più fascinosi c’è escursione ambientata nella Valle dei Mulini, con partenza ad Amalfi e arrivo ad Atrani. Questo itinerario, non difficile ma adatto a chi ha un minimo di esperienza escursionistica, copre un dislivello di circa 400 metri e può essere percorso in circa 4 ore.

Posta all’imbocco della Valle del Dragone, Atrani sorge in posizione molto scenografica posizionandosi ad anfiteatro sul mare. Ai tempi della Repubblica, nella cappella di San Salvatore de Birecto venivano insigniti i duchi di Amalfi, il cui simbolo era il copricapo detto ‘Birecto’. Dalla piazzetta di Atrani – tra i più piccoli comuni italiani per superficie – prende il via il percorso che si insinua tra gli orti e gli agrumeti. Oltrepassato il borgo si percorrono le rampe che costeggiano i mulini e le antiche fabbriche. Oltre il ponte sul Dragone si dispiega il sentiero affacciato sui mulini. Proseguendo lungo un crinale potrete ammirare alcuni dei panorami più belli del litorale, come i giardini di Villa Cimbrone di Ravello. Dal Belvedere la visuale si apre su Amalfi, Atrani e la Torre dello Ziro.

Volete coronare l’escursione con una degustazione di prodotti tipici o incentrare la vacanza sul piacere del buon cibo? La Costiera Amalfitana sa come prendervi per la gola. La cucina amalfitana si caratterizza anche per le ottime preparazioni a base di pesce, come gli scialatielli con le vongole, la colatura di alici e i calamari ripieni. Immancabile un assaggio di Limoncello e un morso ai dolci tradizionali come la ‘delizia al limone’ insaporita da una deliziosa crema profumata di agrumi.

Ti potrebbe interessare