Bassa California Messico

Oltre ad essere un territorio  balneare, la penisola della Bassa California in Messico ha montagne, deserti e acque ricche di vita marina.

Save on your hotel - www.hotelscombined.com

Lungo quasi 800 miglia, Baja è ricca di spiagge incontaminate e città incantevoli che sono tra le più economiche delle località americane  meridionali.
Questa penisola è ideale per l’esplorazione a terra e a mare.

Cartina dei punti dell articolo

In due settimane è possibile esplorare tutto ciò che la regione ha da offrire, iniziando con un assaggio del Messico continentale nella vicina Mazatlán e finendo in Tijuana in una rapida evoluzione. Gli autobus coprono la zona, ma ci sono offerte di noleggio auto, a prezzi molto accessibili.

Mazatlán

Mazatlán Bassa California

Conosciuta come la Perla del Pacifico, Mazatlán è un porto nello stato occidentale di Sinaloa famoso per i suoi frutti di mare e per il carnevale (8-13 febbraio di quest’anno). Con carri, fuochi d’artificio, balli, giochi e rievocazioni, questo evento risale al 1898, ed è uno dei carnevali più antichi del Messico. Da vedere l’architettura barocca neoclassica e francese nel centro storico di Mazatlán.
Per chi è in cerca di adrenalina puoi provare il parapendio, ammirerai panorami spettacolari della città e le lunghe spiaggia di palme.
Assapora il tradizionale Sinaloa con una sosta a El Changuirongo (in centro), un locale di pesce vicino al lungomare che serve aguachile, una specialità locale focosa fatta con gamberi crudi conditi con lime, peperoncino, cipolla, cetriolo e avocado.
Vale anche la pena mangiare anche alla Puntilla sul lungomare, per provare il suo piatto d’autore, “pescado zarandeado”: pesce appena pescato alla griglia condito con aglio e spezie.

La Paz

Isla Espiritu Santo La Paz - Bassa California

Una tranquilla città di mare con un clima arido, La Paz è un’alternativa più economica e rilassante alle località di Los Cabos.
Si consiglia un tour a Isla Espiritu Santo, una delle 244 isole deserte che formano la riserva della biosfera dell’Unesco.
Coperto di cactus e incastonato contro acque turchesi, questo è un paesaggio disabitato dall’aspetto alieno. I tour includono anche l’adiacente Isla Partida, che ospita Playa Ensenada Grande, una splendida insenatura di sabbia bianca e, a nostro avviso, una tra le spiagge più belle del Messico.
Non ci vuole molto a capire il perché l’esploratore francese Jacques Cousteaus ha soprannominato Sea of ​​Cortez “l’acquario del mondo”. Sulla strada per le isole, troverai i delfini che salteranno di fianco alla barca e i leoni marini che sbirciano attraverso il fondo di vetro.

Loreto

Loreto Bassa California

220 miglia a nord di La Paz si trova Loreto, una città pittoresca inserita tra il Mare di Cortez e la Sierra de la Giganta.
Fondato nel 1697 da un missionario gesuita intento a evangelizzare la popolazione indigena nomade, Loreto è il più antico insediamento della penisola. È uno dei 111 Pueblo Mágicos (città magiche) che il Messico ha riconosciuto per la sua bellezza naturale e valore culturale storico.
Il Museo de las Misiones di Loreto ospita una collezione di opere d’arte e riuscirete a capire come la regione ha iniziato e come è diventato quello che è oggi.
A un’ora di macchina direzione sud-ovest della città potete vedere Misión San Francisco Javier de Viggé-Biaundó. Costruita nel 1699, questa cappella in pietra è  straordinariamente ben conservata e nei suoi giardini c’è persino un ulivo di 300 anni.

Le spiagge di Loreto sono tranquille, con splendidi panorami e gazebo ricoperti di palme per l’ombra. Tra le attività principali ci sono la pesca, il kayak, le immersioni subacquee, il birdwatching, o un escursione sulle colline circostanti.

Almejas Conchó, posto rinomato per le sue vongole al cioccolato, è uno dei migliori posti in cui mangiare.  Prende il nome dal colore delle loro conchiglie, le vongole sono una prelibatezza locale. Il menu offre anche ceviche, cocktail di gamberi e burritos ai frutti di mare.

San Ignacio

Laguna di San Ignacio

A metà strada della penisola, San Ignacio è una città di palme nel deserto. Ospita circa 700 persone, il villaggio si trova accanto a un lago alimentato da sorgenti fresche e uno dei pochi fiumi della regione.
L’attrazione principale della zona è la laguna di San Ignacio, che funge da santuario invernale, vivaio e terreno di riproduzione per le balene grigie del Pacifico orientale.
Le balene migrano dall’Alaska settentrionale ogni anno per accoppiarsi e partorire nelle calde e basse acque della laguna. Queste enormi creature spesso cercano il contatto con madri e vitelli che permettono a piccole imbarcazioni di turisti di toccare la loro pelle ricoperta di cirripedi. Tra dicembre e aprile è il momento migliore per vivere quest’esperienza.

Vale anche la pena fare una gita in montagna per vedere le antiche pitture rupestri in siti come la Cueva del Ratón. Raffiguranti esseri umani, cervi, lepri e leoni di montagna, questi dipinti elencati dall’UNESCO sono pensati per avere almeno 2.000 anni.

Ensenada

Ensenada Messico

A 10 ore di viaggio da Ignacio,si trova Ensenada.
Ensenada si trova a circa 60 miglia a sud del confine statunitense.
Le strade sterrate si snodano attraverso le dolci colline dove sono disseminate più di 100 cantine insieme a un numero crescente di ristoranti di lusso. Qui puoi scegliere tra dozzine di tour delle cantine.

Baja Med è un  movimento culinario che combina ingredienti tradizionali con influenze mediterranee e asiatiche. Ristoranti come Finca Altozano, Corazón de Tierra e La Esperanza sono i trendsetter, con piatti tipici tra cui polpo brasato, tacos di pesce tempura, ostriche chipotle e carpaccio di barbabietola.
Di scena anche la birra artigianale di Ensenada, influenzata da San Diego.