Capri Cosa Vedere

Capri, una delle perle del Mediterraneo

Paesaggi mozzafiato, mondanità e sapori mediterranei formano un intreccio unico a Capri: cosa vedere per assaporare tutto il fascino di questo luogo magico, tra i più seducenti del Golfo di Napoli? Non serve viaggiare in yacht per godersi la sua atmosfera: basta ammirare il suo mare meraviglioso e lasciarsi trasportare dalle emozioni per vivere la più indimenticabile delle vacanze.

Capri: cosa vedere e i panorami più belli

L’isola è un autentico paradiso che non a caso attrae visitatori provenienti da ogni parte del mondo, richiamati dai suoi fantastici panorami. Trascorrere un soggiorno a Capri è un vero privilegio: se il tempo a disposizione è poco, è possibile raggiungerla in aliscafo per una visita mordi e fuggi in attesa di programmare una vacanza vera e propria. Cosa vedere a Capri se il tempo è tiranno per avere una panoramica delle principali attrazioni?

Chi raggiunge l’isola viene accolto da un panorama mozzafiato, caratterizzato da una vegetazione lussureggiante che si insinua tra le rocce lambendo il mare e gli scogli. Tra i belvedere più incantevoli si segnalano i Giardini di Augusto, un punto di osservazione ideale per allungare lo sguardo sugli scorci più iconici di Capri: la baia di Marina Piccola e i famosi Faraglioni, i giganti di roccia divenuti il simbolo dell’isola.

Altra modalità privilegiata per ammirare l’isola in tutto il suo splendore è concedersi un giro in barca: un’esperienza da non perdere per esplorare palmo a palmo la costa e scoprire da vicino le sue principali attrattivi: imponenti scogli, fascinose baie e insenature mozzafiato come la celebre Grotta Azzurra.

Tra le icone di Capri non si può non menzionare la famosa Piazzetta, come viene comunemente chiamata piazza Umberto I. Questo esclusivo salotto cittadino è un vero e proprio set affollato di bar all’aperto non di rado frequentati dai personaggi del jet set. Per immergersi nelle atmosfere glamour di Capri non può mancare una comparsata in Piazzetta e una passeggiata tra le eleganti boutique che la circondano. Tra gli acquisti tipici ci sono i caratteristici sandali in cuoio di fabbricazione artigianale, cui si affiancano lussuose tentazioni griffate. Per chi vuole dedicarsi allo shopping, altra cornice privilegiata è il centro storico di Anacapri, dove potrete curiosare tra le botteghe artigiane di via Giuseppe Orlandi e concedervi una rilassante passeggiata.

Cosa vedere a Capri in un giorno

Chi ha i minuti contati può optare per i tour tutto compreso, soluzione che offre una panoramica completa delle bellezze locali. Cosa vedere a Capri in un giorno? Le opzioni sono diverse: tipicamente, i tour prevedono il giro dell’isola con tappa alla Grotta Azzurra.

Tra le attrazioni turistiche più apprezzate c’è anche la seggiovia del Monte Solaro, che dal centro di Anacapri permette di raggiungere rapidamente la vetta dell’isola. Una volta giunti in cima, è possibile padroneggiare una vista meravigliosa che abbraccia il Vesuvio e l’isola di Ischia.

Altra tappa molto gettonata è Villa San Michele, residenza del medico e scrittore Axel Munthe: una splendida villa caratterizzata dalla presenza di reperti archeologici, eleganti statue, colonne e una misteriosa sfinge affacciata sul mare. La residenza affascina per la sua incantevole loggia e per il belvedere proteso su un panorama semplicemente mozzafiato.

Chi vuole visitare la Grotta Azzurra dovrà calcolare attentamente il tempo a disposizione, specie nei periodi più turistici quando il suo ingresso è affollato di visitatori provenienti da ogni parte del globo. Se le condizioni del mare lo consentono, questa meraviglia naturale – visitabile con biglietto d’ingresso e generalmente chiusa nei mesi compresi tra novembre e marzo – offre un’emozione molto particolare: quella di scivolare sulle sue acque a bordo di piccole barche a remi. Per superare l’angusta imboccatura della grotta è necessario acquattarsi sul fondo. Chi viaggia con i bambini deve tener presente, inoltre, che l’attesa del proprio turno sotto il sole potrebbe prolungarsi e infastidire i più piccoli.

Chi si muove a bordo di una barca privata può ormeggiarla nei dintorni e farsi prelevare da un barcaiolo, o in alternativa noleggiare un gozzo privato. È possibile anche approfittare del collegamento con gli autobus o percorrere a piedi la passeggiata che dal centro di Anacapri prosegue in direzione della Grotta Azzurra.

Immancabile anche una degustazione a base di specialità tipiche locali, a partire dall’insalata caprese, una vera poesia di sapori giocata sulla semplicità e sulla genuinità dei suoi ingredienti. Tra i piatti più caratteristici si contano i ravioli capresi con ripieno di caciotta, parmigiano e maggiorana, insaporiti da un sugo a base di pomodoro e basilico. In tema di pesce, tra gli assaggi tipici ci sono la pezzogna all’acqua pazza, l’impepata di cozze, le alici marinate e i totani ripieni, specialità servite dalla maggior parte dei ristoranti dell’isola. Per chiudere in bellezza, è d’obbligo un assaggio di torta caprese, non senza bagnarsi le labbra con il liquore tipico locale, il delizioso Limoncello. Da non trascurare anche l’ottimo vino bianco locale, ideale per accompagnare le degustazioni a base di pesce.