Cosa Visitare a Parigi Tour Eiffel

Cosa vedere a Parigi, i must-see della capitale francese

Save on your hotel - www.hotelscombined.com

Una delle mete preferite, soprattutto per una fuga romantica. La capitale francese è però così grande che è difficile fare una cernita di cosa vedere a Parigi. Con la Senna che taglia in due la città e con tutti i monumenti, i musei, i parchi e i punti di interesse presenti nella città, non basterebbe un mese per vederla tutta.

La capitale francese è gettonatissima dai turisti di tutto il mondo: una città inconfondibile con la sua Tour Eiffel che ne domina il panorama. Dall’Italia, inoltre, partono più o meno da tutti gli aeroporti numerosi voli offerti anche da compagnie low cost che effettuano più volte al giorno viaggi andata e ritorno verso Parigi.

Cosa visitare a Parigi, le soste obbligatorie

Scegliere cosa visitare a Parigi può essere difficile e riuscire a gestire il carico di tappe e fermate, soprattutto per un viaggio di pochi giorni, è un’impresa davvero ardua.

Ecco quindi una selezione dei must-see da vedere a Parigi anche in 3 giorni di vacanza soltanto!

Montmartre

Sosta obbligata per chiunque si trova anche solo per pochi giorni nella capitale francese. Visitare questo quartiere è un’ottima idea per uno degli itinerari a Parigi che concentra più attrazioni in pochi chilometri da fare a piedi. Scendendo alla fermata della metro Blanche, si può fare una sosta al Moulin Rouge prima di salire sulla collina di Montmartre.

È obbligatorio perdersi tra le stradine e le vie del quartiere prima di prendere la Rue de Steinkerque. Da lì, si giunge dritti davanti alla basilica del Sacro Cuore, una splendente costruzione risalente al 1873.

Oltre alla bellezza del luogo sacro, da quella posizione si gode di un’invidiabile vista su tutta la città, una di quelle cose da vedere a Parigi a tutti i costi prima di tornare.

Île de la Cité

È una piccola isoletta della Senna, sita proprio nel cuore di Parigi. Forse il nome di questo quartiere può essere meno famoso dei monumenti che ospita ed è facile capirne il perché.

È qui, in Île de la Cité, che si trova la maestosa cattedrale di Notre Dame, il tempio dello stile gotico per antonomasia. Pure per una fugace Parigi in 3 giorni, la sosta in questa parte della città è obbligatoria anche per altri motivi.

Qui si trova infatti anche la temibile Conciergerie, il carcere in cui venivano rinchiusi i condannati a morte tramite ghigliottina, infatti non pochi illustri “ospiti” hanno trascorso lì le loro ultime ore di vita, tra cui Robespierre, Maria Antonietta e Danton.

Lì vicino alla lugubre struttura si trova poi il Quartiere Latino, ossia l’anima bohemien della città.

Dal Louvre alla Tour Eiffel

Questo è fra gli itinerari a Parigi più lungo ma anche il più distensivo. Si inizia con il Museo del Louvre, a cui vanno dedicate necessariamente diverse ore, e si prosegue verso Place de la Concorde.

Dalla piazza iniziano i famosi Champs-Elysées, si possono fare tutti a piedi oppure prendere la metro e scendere vicino all’Arco di Trionfo. Da lì, conviene prendere la metropolitana e recarsi nella piazza del Trocadéro, camminando lungo i giardini che si aprono da lì, si arriva fino ai piedi della Tour Eiffel, il simbolo più maestoso della città.

Cosa vedere a Parigi, ancora? Se c’è tempo, una scappata alla Reggia di Versailles non guasta affatto!