fbpx

Costiera Amalfitana

70 views

Una località sicuramente da visitare almeno una volta nella vita è la Costiera Amalfitana, la gemma del sud Italia, dove è possibile trascorrere delle magnifiche giornate alla scoperta degli incantevoli villaggi portuali come Positano , Amalfi , Maiori , Minori ,Ravello , Vietri e Gallo Lungo senza dimenticare le stupende passeggiate con panorami mozzafiato sulle colline circostanti. Tutt’oggi la costiera è una delle mete turistiche più visitate al mondo con i suoi luoghi incantevole e dalle acque cristalline , situato nella regione Campania a sud della penisola sorrentina in provincia di Salerno  . Tutta la zona della costiera è piena di insenature nelle quali , nella maggior parte dei casi , sorgono i paesini con il loro fascino romantico . Nel 1997 la costiera è stata nominata Patrimoni dell’Umanità e si estende , per 50 Km , lungo la statale panoramica 163 . In tutta la zona oltre al fascino sconfinato dei luoghi abbiamo anche una produzione agro alimentare di pregio , da sottolineare la qualità unica dei limoni sorrentini , dalle quali si ricavano ottimi liquori .

 

1. Amalfi

Amalfi

Amalfi  , città delle Repubbliche Marinare , meta conosciuta ed ambita in quasi tutto il mondo . Insieme a Positano è una città di enorme valore storico e culturale della costiera , al tempo delle repubbliche marinare contava oltre 70.000 abitanti con un grande arsenale nella quale venivano costruite le gloriose imbarcazioni di Amalfi . Importante è da sottolineare il Duomo di S.Andrea sede vescovile dell’Arcidiocesi di Amalfi-Cava de’ Tirreni . Il Duomo si trova al centro della città , rappresenta il principale luogo di culto cattolico.  Struttura risalente al IX secolo con caratteristiche architettoniche che vanno dal Romanico al Barocco fino al Rococò  ,edificato sulle rovine di un tempio, quando la Repubblica Marinara cominciò ad affermarsi come potenza commerciale . All’interno è possibile visitare la Cripta di Sant’Andrea e il famoso Chiostro del Paradiso  . Altra meta importante da visitare è il Muso della Carta , con il  suo mulino ad acqua , per la lavorazione della carta . L’intera produzione della carta cessò negli anni ’50 del secolo scorso .

Maggiori informazioni: Sito ufficiale in italiano
Posizione: Amalfi 
Statistiche dei viaggiatori su TripAdvisor: media giudizio 5 su 5 punti

2. Positano

Positano Panorama

Positano , città all’enorme affluenza di turisti , seconda dopo Capri . Lo skyline della città è unico , con le sue case colorate a strapiombo sul mare e suo incantevole centro storico che anch’esso si affaccia sul mare , il tutto indescrivibile e lo si può apprezzare solamente andandoci di persona . Infatti lo sviluppo della città , a parte la zona della spiaggia , è prevalentemente verticale . Le spiagge sono due , una è la Spiaggia Grande situata ai piedi dell’abitato , e  l’altra e la spiaggia del Fornillo dove approdano gli aliscafi .    E’ consigliabile una visita nei mesi primaverili o autunnali in quanto nei mesi estivi la città e piena di turisti e poco godibile . Come non consigliare l’acquisto di un capo artigianale , la città è infatti conosciuta anche per la produzione di capi di alta sartoria caratterizzati da raffinato pizzo a macramè . I negozi sono situati un po ovunque lungo le incantevoli stradine dagli scorci suggestivi e mozzafiato . Da non dimenticare una visita alla chiesa di Santa Maria Assunta facilmente individuabile grazie alla cupola che svetta oltre l’edificato urbano .

Maggiori informazioni: Sito ufficiale in italiano
Posizione: Positano
Statistiche dei viaggiatori su TripAdvisor: media giudizio 5 su 5 punti

 

3. Ravello

Amalfi Coast

Un paese sulla costiera amalfitana a 300 metri sul livello del mare , famoso per le sue ville storiche  Villa Cimbrone e Villa Rufolo . Villa Rufolo , posto in cui Wagner si rifugiò per meditare , luogo incantevole ed unico , con il suo spettacolare giardino sul panorama della costiera amalfitana . Costruita dalla famiglia Rufolo nel XIII secolo con la sua torre di ingresso , il suo bellissimo chiosco in stile moresco con colonnine tortili e il pozzo dove Wagner intravide il  suo Magico giardino incantato di Klingsor . Altro edificio stitico è Villa Cimbrone nella quale oggi è divenuto un’Hotel a 5 stelle , ma il suo magnifico giardino , con i suoi spettacolari panorami , è aperto al pubblico e visitabile tutto l’anno . Da sottolineare l’importanza del paese dal punto di vista musicale grazie alle sue innumerevoli rappresentazioni e festival che si tengono tutto l’anno . Il Ravello festival , ad oggi siamo arrivati alla 65 edizione , è uno dei festival musicali più importanti di Italia . Si svolge lungo il mese di luglio , con una serie di concerti di musica classica aventi  sfondo la costiera amalfitana .

Maggiori informazioni: Sito ufficiale in italiano
Posizione: Ravello 
Statistiche dei viaggiatori su TripAdvisor: media giudizio 4.5  su 5 punti

4. Praiano

Praiano by drone

Praiano , paesino posto a soltanto 10 km da Positano , suddiviso in due frazioni , Vettica la parte più alta e Marina di Praiano la parte costiera che si affaccia sul mare . Posto rinomato grazie ai suoi innumerevoli tramonti rossi e da una vista a 360° della costiera amalfitana e Capri .  Paesino di appena 2000 anime ma dalla lunga tradizione turistica risalente alla repubblica marinara di Amalfi , quando gli amalfitani lo scelsero come residenza estiva . La vera bellezza del territorio praianese può essere compresa solamente se si decide di fare una gita in barca perché  esistono varie calette e spiagge  raggiungibili solo via mare e grotte famose come dell’Africana e di Suppraiano.

Maggiori informazioni: Sito ufficiale in Italiano
Posizione: Praiano
Statistiche dei viaggiatori su TripAdvisor: media giudizio 4.5 su 5 punti

5. Minori

Minori, Salerno, Amalfi Coast, Italy

Minori altra località meta da millenni come località turistica come lo testimoniano le ville romane rinvenute sul territorio . Villa Romana Marittima è la  più importante risalente al I secolo d.C. Dopo la crisi dell’impero romano la villa fu abbandonata e col trascorrere del tempo è stata sommersa dai detriti alluvionali proveniente dal fiume Reginna . Oggi rappresenta la vita d’ozio che la roma imperiale faceva a quell’epoca , con le sue stanze parte e con le sue ricche decorazioni . Altro monumento degno di nota è la Basilica di Santa Trofimena , dove al suo interno sono conservate le reliquie santa . Suggestivo è il sentiero dell antiche cartiere raggiungibile tramite un antico percorso che si snoda verso Auriola .

Maggiori informazioni: Sito ufficiale in Italiano
Posizione: Minori 
Statistiche dei viaggiatori su TripAdvisor: media giudizio 4 su 5 punti

6. Maiori

Porto di Maiori, Maiori Harbour, Amalfi Coast, Campania ,The province of Salerno, Italy

Maiori città fondata da un mito . Plino decanta la sua discendenza dalla dea Maja , altri narrano della sua discendenza greca attraverso il tempio dedicato alla dea Boxstrual  . La  storia ci racconta che i primi insediamenti avvennero in epoca etrusca e poi in seguito in epoca romana . La città che sorge alla foce del fiume Regghina Maior , vanta di aver la spiaggia più lunga della costiera , circa 1 km . La città possiede parecchie attrattive per i turisti con una esaustiva rete di attrezzature , con i suoi ristoranti alberghi ed attività all’aperto . Da sottolineare la colatura delle alici , di cui il paese se ne fa vanto come il più esperto .

Maggiori informazioni: Sito ufficiale in Italiano
Posizione: Maiori
Statistiche dei viaggiatori su TripAdvisor: media giudizio 4 su 5 punti

7. Vietri sul Mare

Vietri Sul Mare

Vietri , città conosciuta ed apprezzata non solo per il mare ma anche per la raffinata produzione di ceramiche .  Città  conosciuta sin dall’antichità come città etrusca. Successivamente il sito fu occupata dai Sanniti, dai Lucani e poi dagli antichi Romanidi, oggi conta 8500 cittadini ed è attaccata a Salerno. Oggi conosciuta anche come capitale indiscussa della ceramica artistica .  La città è dominata dalla cupola del 500 della chieda di San Giovanni Battista . Cupola interamente coperta da splendide maioliche a forma di pesce ( le scandole ) di tre colori verde giallo e azzurro.  Altro punto d’attrazione è il Palazzo della ceramica Solimene  , progettato dall’architetto Paolo Soleri sul modello del Guggenheim Museum di New York . Imponente costruzione che sporge dalla roccia , con un corpo centrale di fabbrica e otto torrioni altissimi, e sede dell’opificio di ceramica più importante dell’intera Italia meridionale . L’arte della fabbricazione della ceramica risale a tempi antichissimi , si è perfezionata nel tempo fino alla produzione di oggetti che sono degli autentici capolavori moderni , apprezzati in tutto il mondo. Nel ‘600 che la produzione ed il decoro della ceramica iniziarono anche la produzione di pavimenti, come il pavimento in cotto raschiato che si trova nell’antica sala della biblioteca della Certosa di Padula a testimonianza dello splendido lavoro di quel periodo . La  produzione delle ceramiche raggiunse il suo l’apice tra 800 e il 900  ,  in quei tempi fu esportata nella maggior parte delle corti reali . Ciò gli creo la fama di ceramiche d’alto livello , e tutt’oggi queste tecniche vengono tramandate dai padri in figli . Il territorio di Vietri sul Mare è articolato in sei borghi, la  Marina, Albori, Raito, Benincasa, Dragonea e Molina.

Maggiori informazioni: Sito ufficiale in Italiano
Posizione: Vietri sul Mare
Statistiche dei viaggiatori su TripAdvisor: media giudizio 4 su 5 punti

8. Monte Faito

Monte Faito 2008

Meta indiscussa per i trekkisti , il monte è alto 1400 metri ed è il più alto della catena montuosa dei Lattari  . Meta molto ambita nei mesi estivi quando l’afa si fa viva nelle città limitrofe . Quello che sicuramente colpisce durante la passeggiata che conduce alla vetta sono gli stupendi panorami della costiera amalfitana , letteralmente da togliere il fiato . Da qui si possono scorgere varie zone campane , come il Vesuvio  , Napoli e Capri con i suoi faraglioni .  I sentieri più conosciuti sono quello che va dalla Funicolare al Monastero di San Michele chiamato il sentiero dell’Angelo . Questo percorso si articola nel bosco su strade di facile percorrenza della durata totale di circa 2 ore . Altro percorso è dal Monte san Michele , chiamata il Molare , nome dato grazie alla sua forma essendo la parte più alta della montagna . Questo percorso passa per la Croce della Conocchia e la sorgente dell’Acqua Santa fino ad affacciarsi sul Golfo di Salerno sulla Costiera Amalfitana ed ha una durata di circa 1:30 minuti . Lungo i diversi sentieri si troveranno aree attrezzate per riposare e far picnic.

Posizione: Monte Faito
Statistiche dei viaggiatori su TripAdvisor: media giudizio 4.5 su 5 punti

9. Conca dei Marini

Sunset in Conca dei Marini - Amalfi, Italy - Landscape photography

Conca dei Marini , uno dei comuni più piccoli d’Italia con i suoi 600 abitanti . Paesino agricolo e marinaro , con i suoi limoni e pomodorini e con il suo freschissimo pescato di  cui , nel 1956 , termina con la chiusura della tonnara causata dal cambiamento delle tratte migratorie dei tonni . Pur essendo piccolo ma incantevole posto le attrattive non mancano , come la spiaggia di Marina di Conca , raggiungibile tramite i suoi 300 scalini  e la famosissima Grotta smeraldo (accessibile tramite un’ascensore posto lungo la SP 163 ) con i suoi colori unici .

Maggiori informazioni: Sito ufficiale in Italiano
Orari di apertura: ingresso alla Grotta Smeraldo  dalle 10:00 alle 18:00 costo 5 euro
Posizione: Conca dei Marini
Durata: 30 minuti per la grotta Smeraldo
Statistiche dei viaggiatori su TripAdvisor: media giudizio 3 su 5 punti

 

10.  Cosa mangiare

Scialatielli Amalfitani

L’ungo l’intera Costiera Amalfitana si possono degustare tantissime delizie per il palato , dai primi di mare ai secondi di mare e terra continuando con gli stupendi dolci  fino ad arrivare al famosissimo Limoncello . I prezzi possono variare a secondo di dove mangiate , ci sono ristoranti con prezzi astronomici , i quali possono permetterseli solo gli sceicchi arabi o ristoranti più economici alla portata di tutti . Gli Scialatielli di Amalfi sono degni di nota , una pasta fatta in casa con farina ,  latte , olio , formaggi ,  basilico sale e pepe , e conditi con un ottimo sugo di vongole veraci e frutti di mare . Specialità di Minori sono la pasta fatta in casa con la ndunderi  , una ricotta locale che insaporisce il piatto . Come non parlavi dei dolici della costiera come la Delizia al Limone , un dessert fatto di pan di spagna ricoperto da uno strato di crema al limone . Infine il tipico limoncello , un liquore ricavato dalla fermentazione dei famosissimi limoni della costiera .

Curiosità da sapere

La splendida località di Minori vanta ha il primato della “città del gusto“, conosciuta soprattutto per la sua produzione dolciaria . Famosissimi, com’è facile immaginare, i dolci al limone che omaggiano il pregiato agrume della zona. Altra curiosità e Ameno paese di pescatori, meta in passato del turismo d’elite terra in cui ha avuto origine la celeberrima “sfogliatella” e Conca dei Marini è caratterizzata da storie popolari che narrano che nel paese, nel XVI secolo, vi fossero le streghe , dette “ianare” ,  che nelle notti di luna piena  si incontravano nei campi d’ulivi per i loro riti magici e per preparare pozioni d’amore o contro il malocchio. Il sabato che precede il martedì grasso, il paese celebra ogni anno il Carnevale delle “ianare” per omaggiare l’antica leggenda .

 

Ti potrebbe interessare