fbpx

Malesia , Consigliami dove andare e cosa fare

176 views

La Malesia , regione a sud est asiatico , dove ogni anno affluiscono migliaia di turisti grazie alle sue famose spiagge . Regione multietnica che racchiude la cultura di vari popoli . Incrocio di razze tra malesi , cinesi , indiani e europei  che convivono pacificamente organizzando durante tutto l’anno feste religiose . Le più famose sono L’Hari Raya ( mussulmana ) il Taipusam  ( induista ) , il Capodanno cinese e il Natale cristiano . Da nominare la famosa Festa della Luce  , che si svolge durante il Deepavali , è una festa indù dove i fedeli appendono , in ogni dove, lucerne ad olio a simboleggiare la vittoria del bene sul male . Kuala Lumpur è la capitale , città ricca di edifici coloniali . Il paese e governato da una monarchia elettiva parlamentare , la lingua ufficiale è il malese anche se il cinese , l’inglese e l’indi sono lingue molto diffuse in tutto il continente . Per chi visita questo paese andrà sicuramente incontro ad una vacanza dalla forte atmosfera spirituale ( come nelle Batu Caves ) e dai luoghi incantevoli  come le spiagge caraibiche . In Malesia si può viaggiare molto bene con un budget basso , è possibile passare dalle grandi città attrezzate alle spiagge rilassanti e per i più avventurosi immergersi nella natura vergine della giungla .

1. Kuala Lumpur

Kuala Lumpur (shot in Nov-2015, re-edit in Dec-2018)

Kuala Lumpur , capitale malese , città piena di sorprese con i suoi mercati di strada e relativi street food , i suoi centri commerciali di lusso , i suoi edifici futuristici ed i suoi parchi e skybar con viste mozzafiato della città . Come prima cosa da non perdere sono le Torri Gemelle le Petronas Twin Towers , alte ben 452 metri e rappresentano il progresso del paese . Da non perdere la passeggiata sospesa sul ponte che unisce le due torri dalla quale è possibile ammirare la città . Come non visitare il  Batu Caves ( caverne di Batu ) che rappresentano uno dei maggiori santuari indù della Malesia . Esse si trovano a circa 10 km dal centro urbano ,facilmente riconoscibile grazie alla sua gigantesca statua color oro di Batu . Altra cosa da non perdere è il palazzo reale Istana Negara residenza del capo di stato della Malesia . Aperto nel 2012 si trova nella zona nord della città , tappa fissa dei tour cittadini . Grande polmone di verde della città è rappresentato dal giardino botanico  , i giardini del lago di Kuala Lumpur , 92 ettari di verde a pochi passi dal centro . Come in tutte le grandi città si trovano quartieri abitati e ghettizzati da culture di altre culture, come Petaling Street la Chinatown e little India  .  La prima è una strada  caratterizzata da negozi di ogni genere  di stile orientale , la seconda e una zona dedicata principalmente alla cucina indiana e alla spiritualità . Infine recandoci alla Bukit Bintang troviamo un quartiere dedicato principalmente allo shopping cittadino con negozi di lusso , caffè e boutique  .

Posizione: Kuala Lumpur 
Durata: 1 / 2 giorni

2. MALACCA

Malacca River Sunset 黃昏的馬六甲河 _DSC9114

Situata a sud della capitale  Malacca città malese che nel 2008 dall’UNESCO è stata dichiarata patrimoni dell’umanità , grazie alla suo retaggio storico ,  di ben 500 anni , come città multietnica e coloniale , tappa obbligatoria per chi volesse visitare il le terre della Malesia .  L’intera città mostra una conformazione architettonica molto varia , con stili , forme e colori che testimoniano i secoli di svariate colonizzazioni . Come il palazzo del sultano , inaugurato nel 1984 , è riproduzione fedele dello storico palazzo dell’epoca del Sultano. Facilmente individuabile , nel cuore della città , con la sua struttura lignea . Il tetto in legno appoggiato su pareti lignee perfettamente incastrate senza l’utilizzo di alcun chiodo . Oggi ospita il museo della cultura aperto tutti i giorni dalle 9:00 alle 18:00 . A neanche cento metri dal palazzo troviamo un  palazzo proveniente dalla colonizzazione portoghese cioè lavamposto Portoghese A Famosa . Esse rappresentano le più antiche rovine europee in Asia . Una vecchia fortezza portoghese che permetteva l’accesso nelle mura cittadine . E’ possibile visitare la città tramite una crociera sul fiume Malacca che attraversa l’intera città . L’intera urbs è  ben attrezzata per accogliere i turisti grazie ad i suoi resort di lusso .

Posizione: Malacca 
Durata: 1/2 giorni

3. L’isola di Penang 

... view from Phra Nang

L’isola di Penang è soprannominata la Perla d’Oriente . Trovandosi vicino all’equatore ha un clima caldo-umido . Località per lo più soleggia per tutto l’anno tranne nei periodi monsonici cioè da agosto a ottobre , quando ci sono per l’appunto le torrenziali piogge monsoniche . Isola dalle mille caratteristiche ,  con il suo fascino che si fonde tra architetture orientali ed occidentali , con i suoi edifici di epoca coloniale e i suoi moderni palazzi con le sue antiche tradizioni . Isola famosa anche a livello gastronomico , dove è possibile assaggiare piatti asiatici fusion dai sapori unici in quanto nel Sud-Est asiatico è al primo posto per la cucina . Sicuramente bisogna dire che l’isola , pur essendo tropicale , non è come nell’immaginario collettivo , con spiagge bianche , palme etc.  Il mare , appartenendo a una grande metropoli urbanizzata , non è limpido ed non è adatto a praticare snorkeling quindi si consigli di fare una vacanza gastronomica-culturale . Sull’isola la città più importante e capoluogo è Georgetown il secondo porto per importanza della Malesia . Altre città di meno importanza sono Butterworth e Perai . L’sola ha subito varie colonizzazioni già dal 1785 era colonia Britannica con la compagnia delle  Indie orientali .

Posizione: Penang 
Durata: 2/3 giorni

4. George Town

P70112-092533

Georgetown, capoluogo dell’isolo di Panang , riconosciuta patrimonio mondiale dell’Unesco grazie ad i suoi edifici storici ben conservati . La città è raggiungibile dalla costa con il traghetto da Butterworth , La città è uno dei luoghi con più fascino e atmosfera di tutta la Malesia,  tra i palazzi colorati ,animati dalla street art , si trovano i templi , le antiche case cinesi subendo la rilassante musica di Little India in sottofondo. E’ possibile ammirare il fascino dei negozi tipici cinesi i Trishaw e i templi con i loro fumi profumati che avvolgono la città . Come non mancare di passare per Penang Road la Chulia Street dove ci sono i migliori negozi di antiquariato e il grande centro commerciale Gurney Plaza dove poter fare acquisti a prezzi modici . ( ATTENZIONE prima di comprare un’oggetto di antiquariato bisogna capire bene se e realmente autentico o se una riproduzione , se dovesse essere autentico ci vuole un documento di esportazione ) . Famosi sono gli oggetti di produzione ceramica con la famosa porcellana Nyonya . Da visitare sul lungomare la Queen Victoria Memorial Clock Tower , una torre dell’orologio ci color bianco altra 60 piedi  ,uno per ogni anno coloniale della regina inglese a partire dal 1897 . Da non perdere i tribunali dell’isola  Penang High Court Georgetown del 1809 , la Convent Light Street School ( antica residenza del governatore ) , The Cathedral of the Assumption e la San George Anglican Church del 1818 ( una delle più antiche ) . Da ammirare anche la famosa Street Art inaugurata nel 2012 , partita da un’artista lituano Ernest Zacharevic , e che tutt’oggi continua a perpetuarsi tramite pitture murali su edifici storici .

 

5. Langkawi

Langkawi

Langkawi si trova al confine con la Thailandia , è un arcipelago formato da 99 isole la cui isola più grande è per l’appunto l’isola di Langkawi  . Luogo turistico dalle mille attrazioni . Quest’isola non è una meta molto frequentata dagli italiani ma al livello europeo attrae molti turisti , grazie alle escursioni e alle sue lunghe spiagge di sabbia bianca con un mare caraibico . Vi sono molte cose da fare , come la bellissima salita in funivia , sul monte più alto dell’isola dove a 700 metri d’altezza si trova il ponte sospeso sopra la foresta pluviale lo Sky Bridge . Altra cosa da non perdere è la bellissima visita , in barca , dei canali del Kilim Geoforest Park , un parco dalla fauna variegata con le sue scimmie ,coccodrilli, aquile e la sua splendida vegetazione ricca di mangrovie . Essendo un arcipelago di isole maggiori e minori è possibile visitare anche altre isolette , come le isole di Beras Basah e di Pulau Bayang Bunting con il suo lago di acqua dolce .
Posizione: Langkawi
Durata: 1 settimana
Statistiche dei viaggiatori su TripAdvisor: media giudizio 4.5 su 5 punti

6. Isole Perhrntian 

Tioman

Le isole Perhentian  è un gruppo di isole poste a nord delle coste della Malesia nello stato di Teremgganu  attaccate al confine con la Thailandia . Arcipelago composto di molte isolette , tra le quali parecchie disabitate , le isole maggiori sono Perhentian Besar e Perhentian Kecil poi troviamo le piccole isole di di Susu Dara, Serenggeh e Rawa . In questo arcipelago è famoso  Parco Nazionale Marino di Redang , un’area protetta dove è vietata la pesca e la raccolta dei coralli . Il nome delle isole significa Luogo di sosta , quale tappa per i mercanti del mare tra la vicina Thailandia e la Malesia . Qui le barche sostavano , in tappe abbastanza lunghe , prime di affrontare il viaggio per la terra ferma . Durante il periodo coloniale britannico venivano chiamate Station Islands . Dal punto di vista turistico sono un vero e proprio paradiso terrestre , con le sue spiagge di sabbia corallina , con acqua limpida e cristallina dove è possibile ammirare i bellissimi coralli, le affascinati tartarughe marine ( sito importante per la nidificazione delle tartarughe marine verdi)   e i piccoli squali . Le acque sono quasi tutte basse ed rappresentano una delle mete preferite per praticare  snorkeling e diving. A centro metri sul livello del mare troviamo il punto più alto dell’isola , dove è possibile ammirare la vegetazione tropicale , raggiungibile solo tramite i pochi sentieri percorribili .  Le isole accolgono i turisti durante tutto l’anno ( tranne nel periodo monsonico che le strutture sono chiuse ) , i villaggi principali sono principalmente di pescatori con un totale di 1500 abitanti malaysiani , solo nel periodo turistico si animano di persone,  tra il personale delle strutture turistiche e turisti .
Posizione: Isole Perhentian
Durata: 1 settimana
Statistiche dei viaggiatori su TripAdvisor: media giudizio 4.5 su 5 punti

7. Ipoh

Senza titolo

Ipoh nello stato di Perak famosa per gli incredibili paesaggi, templi e architetture coloniali ed è la seconda capitale alimentare della Malesia . Situata a circa 160 chilometri a sud dell’isola di Penang e a 200 chilometri a nord di Kuala Lumpur . La città di origine coloniale ,  dovuta allo sfruttamento ( da parte degli inglesi ) delle sue importanti miniere . E’ possibile godere degli affascinanti edifici coloniali , della stazione ferroviaria,  la torre dell’orologio di betulla, il municipio di Ipoh e l’Old Post Office.  Nel 2017 lo stato di Perak ha investito molto sul turismo , dandogli una notevole spinta ,  con grandi investimenti nelle infrastrutture turistiche. Quella che una volta era una città poco conosciuta nel centro della Malesia , oggi offre passeggiate culturali , ben fornita di ristoranti immersi tra gli edifici coloniali , così  che la città ha assunto la conformazione di città turistica .   Uno dei principali motivi per visitare Ipoh è quello di visitare  i templi rupestri di questa regione , dove i buddisti cinesi ,  all’interno delle scogliere calcaree  hanno trovato lo spazio cavernoso per edificare i loro templi . Consigliata la visita a Perak Tong , Sam Poh Tong e Kek Lok Tong. Questi templi esternamente assomigliano a qualsiasi altro tempio buddista, ma all’interno emanano  un’atmosfera mistica con le statue di bronzo e le decorazioni religiose , il tutto circondate da stalagmiti e le stalattiti. Degna di nota la visita agli eccentrici  musei della città , tra i cui vi è  uno  dedicato interamente al famoso produttore cinematografico malese Yasmin Ahman,  un altro utilizza statuette cinesi in miniatura per rappresentare scene dell’antica  Cina . Vale la pena visitare anche il Museo geologico, uno dei più completi in Malesia.

Posizione: Ipoh
Durata: 5 giorni
Statistiche dei viaggiatori su TripAdvisor: media giudizio 4.5 su 5 punti

 

8. Taman Negara 

Taman Negara, Malaysia

Il parco chiamato in malese Taman Negara con il significato di Parco Nazionale  , è collocato al centro di tre stati Pahang, Kelantan ed il Terengganu . Il più grande parco con i suoi 4343 Km quadrati ed il più vecchio del pianeta . La conservazione del parco ha origini antiche , fin dalle colonie inglesi ( si chiamava King George V ) nel 1938  . Facente parte di tre stati esso e soggetto a 3 amministrazioni ed e ripartito in tre sottoparchi il Taman Negara Pahang il Taman Negara Kelantan e il Taman Negara Terengganu . Parco tropicale caratterizzato da una grande biodiversità faunistica posizionato al 12° posto nella classifica mondiale .  Ha ben 14000 piante diverse , 200 specie di mammiferi , 350 specie di uccelli e 100 specie di rettili . Per visitare il parco Bisogna essere sempre accompagnati da guide autorizzate in quanto in esso vivono anche tribù aborigene . Comunque è possibile fare  attività di trekking, birdwatching, o prendere canoe per navigare all’interno dei fiumi del Taman Negara .

Maggiori informazioni: Sito ufficiale in Inglese
Orari di apertura: ingresso su prenotazione , escursioni dai 100 euro ai 300 euro
Posizione: Taman Negara
Durata: dipende dall’attività svolta 

9.  Cosa mangiare

ikan bakar

La cucina malese è caratterizzata dai piatti dai sapori più svariati ma che come base hanno quasi tutti il riso , alimento principale della loro cucina. Una delle portate tipiche è l’ikan bakar dove un pesce arricchito da una marinatura speziata viene cotto sulla grigli accompagnato ( come la maggior parte dei piatti ) da riso al vapore con salsa di soia dolce .  Il prezzo medio a portata può variare dai 2 ai 10 euro . Altro piatto tipico è  il nasi goreng cioè riso fritto con gamberi uovo e condito con una salsa piccante composta da chili ,scalogno e soia dolce . Prezzo medio a portata di 3 euro ,consigliato sia a pranzo che a cena .  Un dessert particolare  è l’esotico gelato Cendol , fatto con frutta fresca, latte di cocco, pasta di fagioli verdi . il prezzo medio a portata è di 2 euro e va degustato come dolce .  Infine se volete fare una colazione diversa vi consiglierei la l’Appam  , un impasto simile al pancake ma preparato con latte di cocco , riso e zucchero di canna . Il prezzo medio a portata è 4 euro.

Curiosità da sapere

Sicuramente di curiosità ce ne sono tante visto la grande varietà di culture e religioni del posto come ad esempio le grandi catene come Mc Donald’s e Hard Rock Caffè che preparano promozioni e menù in occasione del ramadan ( ovviamente per chi pratica la religione islamica ) . Cosa importante è il clima malese che essendo molto umido e caldo è consigliato portare abiti leggeri in fibre naturali ( come il cotone ) , scarpe da  trekking per le escursioni più impegnative ( ma non da dimenticare un comodo infradito )  e l’attrezzatura per lo snorkeling . Altra cosa da sapere è attenzione a prendere i taxi , in quanto non portano il tassametro e sono capaci di chiedervi prezzi astronomici per piccoli tragitti ( concordate sempre prima il prezzo )  .Da sapere che quando troverete scritto sul menù la parola bacon, non si tratta del bacon di maiale ma  di pollo, manzo o tacchino, questo perché negli hotels malesiani non è consentito servire maiale e suoi derivati per via della religione musulmana.