Pescara

Pescara: itinerario completo della città

Luogo di nascita del poeta Gabriele D’Annunzio e sede di scorci e spiagge meravigliose.  Pescara è una delle città più belle dell’Abruzzo.

Grazie alla sua speciale posizione sul Mar Adriatico, questa località gode di acque e punti panoramici notevoli.  Oltre alle baie, tuttavia, Pescara riesce ad intrattenere i suoi turisti anche con altro. Tantissimi i visitatori che giungono in città solo per apprezzare o conoscere da vicino i suoi monumenti e punti d’interesse, come la Casa di D’Annunzio, Piazza Salotto o  la Pineta D’Avalos.

Tantissime anche le chiese, gli edifici d’epoca, le riserve naturali  e i musei da raggiungere ed esplorare. Senza contare poi gli scenari regalati ai turisti, che possono girare la città in bici o a piedi, e godere della presenza di aree verdi e di quella di un mare cristallino dove rigenerarsi al sole.

Insomma, se vi capita di soggiornare per una settimana o due in Abruzzo, Pescara è sicuramente una città da non perdere.

Ponte del Mare di Pescara
Ponte del Mare di Pescara

Nelle righe sottostanti vi spieghiamo, nel dettaglio, perché.

Storia di Pescara

Pescara è stata nel corso dei secoli sotto il dominio dei Romani, degli Ostrogoti, dei Bizantini e dei Longobardi. Dopodichè per circa cinque secoli fece parte del ducato longobardo di Spoleto.

Risorse nell’Alto Medioevo con il nome di Piscària fino a che nei primi decenni del duecento entrò a far parte dei domini di Federico II di Svevia.

Nel 1814 Pescara ricoprì un ruolo importante dei moti carbonari contro Gioacchino Murat, re di Napoli. Dopo l’Unità d’Italia i borghi di Castellammare e Pescara andarono incontro ad un importante sviluppo economico e incremento demografico: nel 1927 venne finalmente firmato il decreto di unificazione delle due città sotto il nome di Pescara, che divenne una provincia a tutti gli effetti.

Cose da fare e cose da vedere a Pescara

Centro storico di Pescara

Piazza della Rinascita

Il centro della città, la più importante di Pescara è Piazza della Rinascita (vedi posizione su mappa), nota anche come Piazza Salotto. La sua costruzione avvenne successivamente ai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. In questa piazza si affacciano importanti palazzi come il Palazzo Arlecchino dove vi sono mosaici monocromati che ricordato la maschera di Arlacchino, il Palazzo Testa, che ospita le sculture dell’artista italiano Vicentino Michetti, il Palazzo Muzii in stile neorinascimentale e neoclassico. Da Piazza Salotto partono le principali vie della città dove troverete negozi, botteghe, bar e ristoranti.

Pescara Vecchia

Pescara Vecchia è il cento antico della città. La piazza principale è chiamata Piazza Unione. Questa zona è pedonale ed molto vivace la vita notturna.

Lungomare di Pescara

Una delle cose da fare a Pescara è quella di passeggiare sul suo meraviglioso lungomare. Potrete pranzare o cenare in uno dei ristoranti sul lungomare oppure in estate trascorrere qualche ora in uno degli stabilimenti balneari. Sul lungomare vi è anche una pista ciclabile. Qui il divertimento è assicurato fino a tarda notte.

Ponte del Mare

Dal lato opposto del Lungomare Giacomo Matteotti vi è il Ponte del Mare (vedi posizione su mappa). Può essere percorso anche in bici grazie all’ apposita pista ciclabile. Dall’ alto del ponte è possibile vedere il Fiume Pescara che raggiunge il mare.

Trabocchi di Pescara

I trabocchi di Pescara
I trabocchi di Pescara

I trabocchi sono un’attrazione apprezzata dai turisti. Si tratta di alcune macchine da pesca costituiti da lunghi bracci che aiuta a sostenere le reti che catturano i pesci. I trabocchi rendono l’atmosfera suggestiva.

Fontana la Nave

Fontana la Nave
Fontana la Nave

La Fontana la Nave (vedi posizione su mappa), nota anche come L’approdo alla nave, è una fontana situata a Pescara. Quest’opera fu realizzata nel 1987 dallo scultore Pietro Cascella. Si tratta di una fontana che rappresenta una galea, ovvero un’imbarcazione a remi, realizzata con il marmo di Carrara.

Spiaggia di Pescara

Pescara è una località balneare molto frequentata. La spiaggia di Pescara (vedi posizione su mappa) dispone di lunghe e larghe spiaggia con sabbia indicate per le famiglie con i bambini. Qui troviamo numerosi stabilimenti balneari e servizi eccellenti.

Riserva naturale di interesse provinciale Pineta Dannunziana

La Riserva naturale di interesse provinciale Pineta Dannunziana (vedi posizione su mappa), nota anche come Pineta Dannunziata, Pineta D’Avalos e Parco D’Avalos è una riserva naturale che si trova nella città di Pescara. Nel corso dei secoli è passata di proprietà in proprietà a diverse famiglie locali. Nel 1528 divenne di proprietà della famiglia D’Avalos. Nel 1700 parte degli alberi furono abbattuti per vendere i terreni da edificare, nel 1900 fu divisa in lotti e furono quindi ciò che vediamo oggi è uno una parte di ciò che era la pineta un tempo. Nel 2001 fu istituita la riserva naturale. Qui vi sono numerose specie di piante e arbusti tipici della macchia mediterranea, come piante di mirto, lecci, l’acero, pioppi bianchi e tanti altri. La riserva si trova nella zona sud della città di Pescara e si estende per circa 53 ettari. Essa è suddivisa in cinque aree. E’ possibile organizzare visite guidate gratuite durante i weekend in primavera ed estate.

Maggiori informazioni: http://www.pinetadannunziana.it/

Chiese di Pescara

Cattedrale di San Cetteo

La Cattedrale di San Cetteo (vedi posizione su mappa) è il principale luogo di culto cattolico della città. La chiesa è dedicata al patrono della città, San Cetteo. Il suo nome originale era Tempio della Conciliazione. La chiesa fu costruita nel 1933 in stile romanico abruzzese e fu fortemente voluta da Gabriele d’Annunzio, il quale finanziò la sua costruzione. Entrò anche in contatto con l’architetto che si occupò del progetto della chiesa per poter trovare un luogo di sepoltura madre. La sua costruzione terminò nel 1838 ma fu ristrutturata poco dopo a causa dei danni causati dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. All’ interno della chiesa abbiamo tre navate suddivise da colonne in marmo ed un transetto dove vi è una cappella dedicata a San Cetteo e la tomba della madre di Gabriele d’Annunzio. Meraviglioso è l’organo Mascioni in canne dorate, considerato uno dei più importanti d’Abruzzo.

Maggiori informazioni: http://www.sancetteo.it/

Basilica della Madonna dei Sette Dolori

La Basilica della Madonna dei Sette Dolori (vedi posizione su mappa) è luogo di culto cattolico rilevante nella città di Pescara. La chiesa è dedicata a Maria Addolorata, che secondo la tradizione cristiana, ha affrontato sette dolori. La chiesa, costruita nel 1757, di presenta in stile tardo barocco. Ha una pianta a croce latina con tre navate adornate con meravigliosi affreschi. L’altare presenta invece una statura in legno della Madonna dei Sette Dolori.

Chiesa del Sacro Cuore di Gesù

La Chiesa del Sacro Cuore di Gesù (vedi posizione su mappa) è un’importante chiesa di Pescara. Dopo la Cattedrale di San Cetteo e il Santuario dei Sette Dolori, questa chiesa è la terza per importanza nella città. La chiesa fu edificata nel 1886 in stile romanico e fu completata intorno agli anni ’20 dello scorso secolo durante l’epoca fascista. La pianta interna è rettangolare, ha tre navate ed un abside semicircolare dove vi una raffigurazione meravigliosa di Cristo.

Maggiori informazioni: https://www.divinamisericordia.it/

Musei di Pescara

Musei di Pescara
Musei di Pescara

Museo “Casa natale di Gabriele d’Annunzio”

La Casa Natale di Gabriele d’Annunzio (vedi posizione su mappa) è situata nel centro storico di Pescara. Questa casa è un’importante attrazione della città. Si tratta di un edificio che risale al 700, di proprietà della famiglia D’Annunzio che è stato dichiarato nel 1927 Monumento Nazionale. All’ interno della casa troviamo un ingresso e nove sale. Nell’ ingresso vi sono citazioni e fotografie di D’Annunzio. Le sale sono le stanze dell’abitazione come lo studio, il salotto e la camera di D’Annunzio. Qui troviamo gli arredi d’epoca, litografie, fotografie, statue, stampa ed illustrazioni risalenti all’ 800.

Maggiori informazioni: http://www.casadannunzio.beniculturali.it/

Museo del Mare

Il Museo del Mare (vedi posizione su mappa), noto anche come Museo Ittico è un museo situato nel centro di Pescara. Nacque negli anni ’50 dello scorso secolo su richiesta del dottore in veterinaria Guglielmo Pepe. Questa richiesta di costruire il museo nacque dalla sua passione per il mare. Inizialmente ospitò arnesi e pochi esemplari marini. Nel 1981 fu aperto al pubblico come Museo Civico, restò chiuso per alcuni anni e riaperto al pubblico nel 2008. Attualmente ospita scheletri di cetacei del Mediterraneo, alcuni esemplari di tartaruga marina ed un’incredibile collezione di oltre 5000 conchiglie. Il Museo del Mare di Pescara è consigliabile soprattutto per chi viaggia con i propri bambini.

Museo civico Basilio Cascella

Il Museo civico Basilio Cascella (vedi posizione su mappa) è un museo che ospita fotografie, pitture e opere d’arte realizzate dal noto pittore italiano Basilio Cascella. Il museo si trova nell’ ex stabilimento litografico del pittore. Attualmente ospita oltre 600 opere. Tra le opere più belle è ricordiamo Il bagno della pastora realizzato nel 1903, L’illustrazione abruzzese e La Grande illustrazione.

Maggiori informazioni: http://www.museocascella.it/

Cosa mangiare a Pescara

Pescara, oltre ad essere una città molto affascinante, è un luogo accogliente e ospitale. Tale ospitalità di traduce anche nelle sue ricette culinarie, che fanno della tavola un’arte d’intrattenimento per i suoi ospiti. I turisti che passano del tempo qui sono infatti vezzeggiati con la bontà dei prodotti locali, impiegati nella preparazione di piatti dal sapore raffinato.

Scopriamo insieme quali sono le cose da mangiare durante un viaggio a Pescara.

Antipasti e specialità

A Pescara i menu contano sempre un gran numeri di specialità di mare. Il brodetto di pesce è tra le cose più buone che vi capiterà di assaggiare qui. Questo viene in genere preparato con il pescato del giorno e con l’impiego di peperoni verdi, lasciati a insaporire il brodo. Non mancano mai, sulle tavole di Pescara, salumi, olive, formaggi e prodotti farinacei.

Primi piatti

Tra i primi piatti più buoni che vi capiterà di degustare a Pescara, troviamo sicuramente i cannelloni, i maccheroni alla chitarra e i pappicci al pomodoro. Da non perdere i ravioli alla ricotta, una vera delizia locale. Non mancano mai i piatti di mare, come spaghetti alle vongole o al riccio. Molta buono anche il cardone in brodo.

Secondi

Tra i secondi vi consigliamo di assaggiare i gamberi fiume, specialità di Pescara. Le pietanze ittiche qui non mancano mai ed è possibile scegliere tra triglie, seppie, polipi, aragoste, acciughe, sarde o alici. Per quanto riguarda i piatti a base di carne, invece, suggeriamo di assaggiare la carne di manzo o di agnello, sempre immancabilmente accompagnata da patate.

Dolci

I biscotti della tresca sono biscotti secchi fatti in casa molto popolari in Abruzzo. I bocconotti invece sono dolcetti pieni di marmellata d’uva. Insomma, la tradizione di Pescara come potete vedere è ricca e assai invitante. Il dolce tipico della città resta, ad ogni modo, il Parrozzo.

Come arrivare a Pescara

State pianificando un viaggio a Pescara e non sapete ancora come raggiungerla? Pescara può essere raggiunta in auto, in treno, in aereo e in autobus. Vediamo insieme come raggiungere la città con i diversi mezzi di trasporto.

Raggiungere Pescara con l’auto

La città di Pescara può essere raggiunta con l’auto. Chi proviene da nord deve  percorrere l’ Autostrada Adriatica A 15 ed uscire ad Ancona, chi, invece, proviene da sud deve prendere la direzione di Pescara ed uscire a Pescara Ovest/Chieti, e poi seguire le indicazioni per Pescara. Chi parte da Roma e vuole raggiungere Pescara deve percorrere l’Autostrada Roma – Pescara A 25 ed uscire a Chieti/Pescara. Pescara si raggiungere da Roma in circa 3 ore, da Napoli in circa 3 ore e mezza, da Bari in circa 2 ore e 50 minuti, da Milano in circa 6 ore.

Raggiungere Pescara con il treno

La città di Pescara può essere raggiunta anche con un treno. La stazione di Pescara Centrale (vedi posizione su mappa), situata al centro della città, è facilmente raggiungibile partendo dalle stazioni delle principali città italiane.

Raggiungere Pescara con l’aereo

Chi vuole viaggiare in modo veloce e comodo può scegliere l’aereo. A Pescara vi è un aeroporto internazionale, che consente gli spostamenti da e per l’Italia e verso il resto del mondo. L’ Aeroporto Internazionale di Pescara (vedi posizione su mappa) dista circa 3 km dal cento di Pescara. Una volta atterrati potrete raggiungere la città con un autobus, con un taxi oppure con un auto che potrete noleggiare nei pressi dell’aeroporto.

Maggiori informazioni: http://www.abruzzoairport.com/

Raggiungere Pescara con l’autobus

Ogni giorno partono autobus dalle principali città italiane e raggiungono Pescara. Le principali compagnie di autobus sono Autolinee Satam e Autolinee Arpa.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on linkedin
LinkedIn
Correlati

Potrebbe interessarti

Albania

Vacanze in Albania

Alla scoperta dell’Albania: consigli di viaggio, dove andare e cosa vedere L’Albania per diversi anni rimasta in ombra e poco considerata tra le mete da visitare per un viaggio, negli ultimi tempi si è invece trasformata in una meta must-have. Infatti, l’Albania ha davvero tantissimi luoghi unici da visitare, dalla bellezza delle sue coste e

Vacanze in Grecia

Vacanze in Grecia

Viaggio nella Grecia, culla della civiltà occidentale La sua civiltà ci ha sempre affascinato da quando, da ragazzini, l’abbiamo iniziata a studiare sui libri di storia. Oggi, la Grecia, continua ad essere al centro dei nostri interessi per motivi certamente legati alla ricerca delle nostre origini ma non solo. L’esperienza ellenica, infatti, ben si presta

Museo della 500

Il museo della 500

Il museo della 500: un luogo assolutamente da visitare Se sei in possesso di una Fiat 500, se ne vai orgoglioso, se pensi che questa sia una delle macchine più belle che la Fiat abbia mai messo in commercio, non possiamo che consigliarti di prestare una grande attenzione alla sua cura. Basta così poco infatti

Fabriano La città della carta

Fabriano, la Città della Carta: 3 musei da visitare assolutamente

Sono stati i cinesi ad aver inventato la carta, materiale questo che si è poi diffuso nel resto del mondo grazie alle popolazioni arabe. È a Fabriano però, cittadina dell’entroterra marchigiano, che la carta è stata trasformata sino a diventare il prodotto che tutti noi oggi conosciamo e che tutti noi siamo soliti utilizzare quotidianamente.

SALENTO

Salento, il tacco che fa più bella l’Italia

Non passerà mai di moda il tacco. La sua funzione è estetica, abbellire aumentando la statura e dando slancio al polpaccio. Questo principio non vale solo nell’abbigliamento e solo per le donne. Anche nel calcio il colpo di tacco è considerato una delle soluzioni più spettacolari che ci siano, sono in pochi i giocatori a