Punta Chiappa

Punta Chiappa

Le acque ancora limpide di Punta Chiappa, nei pressi di Camogli, ospitano sin dal 1603 una piccola tonnara, ancora oggi utilizzata per la pesca, L’impianto, chiamato tonnarella, è diverso dai suoi fratelli maggiori sardi e siciliani.
Qui infatti sono presenti solo due camere di pesca contro le sei e più delle tonnare tradizionali e i pescatori usano tre barche, mentre altrove se ne impiegano almeno dieci. Il nome tonnarella sta a indicare che qui non si pescano solo tonni, oramai rari in Liguria da molti decenni ma anche altri pesci, come palamiti, boniti e lecce. Per raggiungere la tonnarella di Punta Chiappa bisogna imboccare il largo sentiero in salita che porta alla piccola piazza piazza della località di San Rocco, sulla quale si affacciano la chiesa e il ben più noto panificio Maccarini, tappa obbligata per provare le famose focacce, le torte di verdura liguri e la mitica galletta del marinaio. Il sentiero prosegue quindi fra la fitta vegetazione del promontorio di Portofino sino a raggiungere il caratteristico borgo marinaro di Punta Chiappa una frazione di Camogli che prende il nome dallo sperone roccioso  tempo utilizzato dai pescatori come rifugio per le barche e gli attrezzi da lavoro e come pontile naturale.

Punta ChiappaAll’estremità della Punta, dove una volta c’era una statuetta raffigurante l’effigie della Madonna Stella Maris – protettrice dei marinai dalla furia delle onde, venerata dagli abitanti di Camogli da secoli — oggi c’è un mosaico.
Lo stesso soggetto si ritro va in un affresco della chiesa di San Nicolò Capodimonte, situata lungo il sentiero, risalente al XII secolo e  costruita per volere dei monaci di San Rufo.
Per chi intendesse continuare ad esplorare la zona da Punta Chiappa parte un sentiero che in circa due ore si raggiunge San Fruttuoso e Portofino. Se invece camminare non è  il vostro forte, tenete presente che si può arrivare a Punta Chiappa e nei paesi limitrofi anche con i battelli in partenza dal porto di Camogli o con le barche dei pescatori che praticano il pescaturismo e propongono escursioni lungo la costa ligure con pranzi a base del pescato del giorno.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on linkedin
LinkedIn
Correlati

Potrebbe interessarti

Albania

Vacanze in Albania

Alla scoperta dell’Albania: consigli di viaggio, dove andare e cosa vedere L’Albania per diversi anni rimasta in ombra e poco considerata tra le mete da visitare per un viaggio, negli ultimi tempi si è invece trasformata in una meta must-have. Infatti, l’Albania ha davvero tantissimi luoghi unici da visitare, dalla bellezza delle sue coste e

Vacanze in Grecia

Vacanze in Grecia

Viaggio nella Grecia, culla della civiltà occidentale La sua civiltà ci ha sempre affascinato da quando, da ragazzini, l’abbiamo iniziata a studiare sui libri di storia. Oggi, la Grecia, continua ad essere al centro dei nostri interessi per motivi certamente legati alla ricerca delle nostre origini ma non solo. L’esperienza ellenica, infatti, ben si presta

Museo della 500

Il museo della 500

Il museo della 500: un luogo assolutamente da visitare Se sei in possesso di una Fiat 500, se ne vai orgoglioso, se pensi che questa sia una delle macchine più belle che la Fiat abbia mai messo in commercio, non possiamo che consigliarti di prestare una grande attenzione alla sua cura. Basta così poco infatti

Fabriano La città della carta

Fabriano, la Città della Carta: 3 musei da visitare assolutamente

Sono stati i cinesi ad aver inventato la carta, materiale questo che si è poi diffuso nel resto del mondo grazie alle popolazioni arabe. È a Fabriano però, cittadina dell’entroterra marchigiano, che la carta è stata trasformata sino a diventare il prodotto che tutti noi oggi conosciamo e che tutti noi siamo soliti utilizzare quotidianamente.

SALENTO

Salento, il tacco che fa più bella l’Italia

Non passerà mai di moda il tacco. La sua funzione è estetica, abbellire aumentando la statura e dando slancio al polpaccio. Questo principio non vale solo nell’abbigliamento e solo per le donne. Anche nel calcio il colpo di tacco è considerato una delle soluzioni più spettacolari che ci siano, sono in pochi i giocatori a