fbpx

Reykjavík

59 views

Reykjavík , la città più grande d’Islanda e sua capitale . Le fonti storiche ci dicono  che Reykjavík è stato il primo insediamento dell’isola , ora la capitale conta  120.000 abitanti . Città piena di attrazioni , dove si concentrano il maggior numero di musei , università , hotel e tutti i principali servizi dell’Islanda. La fondazione della capitale avvenne intorno all’anno 870 d.C. per opera di Ingólfur Arnarson , esploratore normanno  che è considerato il primo colonizzatore dell’isola  .Il significato del nome della capitale è ” Città Fumosa ” dato appunto per la sua conformazione su suoli geotermali. La città vanta di un’enorme cultura nel rispetto della biocliamtica . Infatti si prevede che nel 2030  il traffico automobilistico sarà solo del 58% quello dei  mezzi pubblici 12 % e quello in bicicletta il 30% ed prevedono che nel 2025 il traffico automobilistica sarà del tutto alimentato da energie prive di emissioni di gas serra. Tutt’oggi la città è in pieno fermento , tramite la Reykjavík Meanwhile projects , si studiano nuove Strade, parcheggi e aree non ancora sviluppate per trasformarli in luoghi pubblici attrezzate con fonti rinnovabili  . Ciò permetterà di ottenere condizioni migliori per i  pedoni e  i ciclisti. Il principio del progetto è “Una città per i suoi abitanti”, che è parte essenziale del piano generale di Reykjavík ,  con iniziative svolte unicamente per gli abitanti affinché possano godere di vivaci attività all’aperto. Infatti possiamo affermare che la maggior parte delle iniziative da non perdere sono in luoghi all’aperto , come guardate le aurore boreali ,  il Blue Lagoon ( la famosa laguna blu ) , I Geysir ( i geyser ) , Whales Watching ( avvistamento delle balene ) e il Pingvellir Park ( il Il parco è patrimonio nazionale dell’UNESCO )   .

1. Blue Lagoon

ICELAND_BLUE_LAGOON_iStock_000002705592Large

La famosissima laguna blu di Iceland nella valle di Laugardalur  a pochi km dal centro di Reykjavík . L’intero complesso termale e un resort ricreativo e sportivo . Ci sono piscine pubbliche , uno zoo ,  un’acquario , un giardino botanico ,  un vero parco per le famiglie e per i giovani con relativo ostello e campeggio . La laguna ospita varie piscine geotermiche sia al chiuso che all’aperto , saune anch’esse sia al chiuso che all’aperto e una vasta area per bambini con scivoli acquatici . Nei mesi estivi la laguna ospita concerti e fiere e nei mesi invernali una pista di pattinaggio sul ghiaccio . Cosa importantissima prenotare prima l’ingresso sul sito ufficiale altrimenti rischiate di non entrare per le lunghe liste d’attesa . Per i più acculturati li vicino c’è un edificio con le sculture di  Ásmundur Sveinsson, un pioniere della scultura islandese.

Maggiori informazioni: Sito ufficiale in inglese
Orari di apertura: aperto nei mesi da Gennaio ad Novembre dalle 8:00 alle 22:00, in  Dicembre  8:00 alle 21:00, ingresso solo parco termale 48 euro
Posizione: Blue lagoon 
Durata:  1/3 ore
Statistiche dei viaggiatori su TripAdvisor: media giudizio 4.5 su 5 punti

 2. Hallgrímskirkja chiesa simbolo di Reykjavík

Hallgrímskirkja Church, Reykjavik

La chiesa luterana è il simbolo della città , di recente costruzione , commissionata all’architetto di stato Guðjón Samúelsson nel 1937 . I lavori iniziarono solo dopo la fine della seconda guerra mondiale nel 1945 , e dopo una lunga attesa di 38 anni fu completata nel 1983. Interessante è il suo alto campanile di ben 74.5 metri con 29 campane . Con un biglietto di 8 euro è possibile salire in cima al campanile e vedere l’intera città . La chiesa è rappresentata da uno stile definito «stile nazionale “basaltico” islandese». All’esterno,è paragonabile alle architetture espressioniste e all’interno ad un’architettura neogotica.

Maggiori informazioni: Sito ufficiale in islandese
Orari di apertura: aperto dalle 9:00 alle 17:00 , ingresso al campanile 8 euro
Posizione: Hallgrímskirkja
Durata:  40 minuti
Statistiche dei viaggiatori su TripAdvisor: media giudizio 4.5 su 5 punti

3. Harpa Concert Hall

Harpa

Pensato nel 2011 dall’artista Oliafus Eliasson e costruito dalla ditta danese Henning Larsen Architects , un edificio in vetro di 5 piani posto sulla  baia di Reykjavík . Visibile in qualsiasi ora del giorno e della notte grazie agli effetti di luce che producono le particolari vetrate che avvolgono l’edificio come una seconda pelle . L’dea della particolare forma dell’ Harpa è data dalle colonne di basalto cristallizzato , materiale facilmente reperibile nelle terre dell’Islanda.  Harpa Concert Hall è la sede dell’orchestra sinfonica e dell’opera islandese . L’edifico oltre a svolgere la funzione di teatro svolge anche quella congressuale , infatti saltuariamente nell’arco di un’anno si svolgono ripetuti congressi ed eventi artistici . Al suo interno ci sono 2 ristoranti con piatti tipici islandesi e tre negozi dove acquistare musica e letteratura islandese .

Maggiori informazioni: Sito ufficiale in islandese
Orari di apertura: aperto dalle 10:00 alle 18:00 , ingresso Gratuito
Posizione: Harpa
Durata:  1 ora
Statistiche dei viaggiatori su TripAdvisor: media giudizio 4.5 su 5 punti

4. Perlan Museo di storia naturale

Perlan

Museo di storia naturale dove è possibile scoprire in una sequenza temporale come si è formata l’Islanda ( dall’800 d.C. ai giorni d’oggi ) , assistere ad uno show che ti fa sentire vedere e capire le forze della natura , entrare in un grande acquario virtuale ed immergersi in una grotta di ghiaccio naturale composta da 350 tonnellate di ghiaccio Islandese . L’edificio è ancora in fase di ultimazione in quanto sta allestendo un planetario dove è possibile ammirare il cuore della natura islandese . La collezione permanente comprende circa 2.000 oggetti dalla fine del IX secolo a oggi e circa 1.000 fotografie del secolo scorso .

Maggiori informazioni: Sito ufficiale in islandese
Orari di apertura: aperto dalle 9:00 alle 18:00 , ingresso Adulti 10 euro; ragazzi fino a 18 anni studenti 5 euro.
Posizione: Perlan
Durata:  1 ora
Statistiche dei viaggiatori su TripAdvisor: media giudizio 4.5 su 5 punti

5. The Sun Voyager

The Sun Voyager

Scultura collocata sul lungomare di Reykjavík , dell’artista islandese sconosciuto.  Un’opera in acciaio inossidabile che rispecchia l’arte moderna dei Paesi scandinavi . Ricorda una imbarcazione vichinga una Drakkar o meglio il suo scheletro , soprannominata ” nave del sole “.  Creata nel 1986 per celebrare il 200° anniversario della città ( data fondazione di Reykjavik è nel 1786 quando venne riconosciuto dalla corona danese lo status di città all’insediamento che allora contava solo 200 abitanti ) ed inaugurata nell’agosto del 1990 . Suggestiva e di impatto il posto dove è stata collocata che merita sicuramente una piccola visita .

Maggiori informazioni: Sito ufficiale in islandese
Orari di apertura: aperto 24/24
Posizione: The Sun Voyager
Durata: 30 minuti
Statistiche dei viaggiatori su TripAdvisor: media giudizio 4.5 su 5 punti

6. Reykjavík 871±2 Museo Archeologico

Reykjavik City Museum

Museo storico , piccolo ma ben allestito , con le caratteristiche di un’abitazione vichinga del X secolo . Infatti nel piano interrato si trovano i resti di un antico insediamento vichingo scampato alla distruzione dell’eruzione del 871 d.C. , questo spiega il nome del museo . Al suo interno troviamo varie installazioni multimediali ,  di come era la costruzione originale . C’è anche una mostra fotografica che mostra come era la città nel 1918 ,anno in cui si ebbe un’eruzione del vulcano , un inverno particolarmente freddo e fu emanato l’autogoverno della Danimarca .  Con lo stesso biglietto è possibile visitare la più antica casa di Reykjavik che si trova infondo alla strada al numero 10 . Nell’aria vicina c’è in corso d’opera uno scavo , che presto sarà terminato , e sta portando alla luce altri interessanti reperti della storia islandese .

Maggiori informazioni: Sito ufficia.e in islandese
Orari di apertura: aperto dalle 10:00 alle 17:00 , ingresso 12 euro
Posizione: Reykjavík 871±2
Durata:  1 ora
Statistiche dei viaggiatori su TripAdvisor: media giudizio 4.5 su 5 punti

7. National Museum of Iceland

National Museum of Iceland

Il museo offre l’opportunità di capire la storia e  l’evoluzione del popolo islandese con  una mostra permanente di oltre 2000 oggetti . Abbraccia le epoche che vanno dal medioevo con i primi insediamenti vichinghi alla cultura contemporanea attuale , dalle navi vichinghe che solcarono i mari all’aeroporto dei giorni d’oggi . Come pezzo principale ed il più importante della mostra abbiamo la famosissima  porta di Valthjófsstadur con elaborate incisioni medievali raffiguranti scene che raccontano le avventure del leggendario cavaliere del XII secolo Le Chevalier au Lion. Al suo interno , oltre alle innumerevoli sale e salette dell’esposizione , è possibile anche fare acquisti di articoli interessanti ed unici  in un shop posto all’ultimo piano .

Maggiori informazioni: Sito ufficiale in islandese
Orari di apertura: aperto dalle 10:00 alle 17:00 chiuso lunedì  , ingresso Adulti 8 euro
Posizione: National Museum of Iceland
Durata:  3 ore
Statistiche dei viaggiatori su TripAdvisor: media giudizio 4.5 su 5 punti

 

8. Kolaportið il mercatino delle pulci

Kolaportið fleamarket

Un mercatino aperto solo il fine settimana , si trova vicino al porto al centro della città vicino al palazzo dell’ Harpa  . Qui potete  comprare a buon prezzo i tradizionali maglioni lavorati a mano i lolapeysa , a circa il 50% in meno del prezzo dei negozi . Si vendono anche prodotti alimentari , come pesci essiccati o affumicati , ben confezionati e pronti per essere portati ai vostri amici come souvenir . Il mercato risulta essere molto frenetico e movimentato ma ottimo per fare affari ! Potrete trovare anche le famosissime ossa di balena , molto ricercate dai turisti . Consigliato per fare acquisti di ogni genere a buon prezzo .

Maggiori informazioni: Sito ufficiale in islandese
Orari di apertura: aperto Sabato e Domenica dalle 11:00 alle 17:00 , ingresso Gratuito
Posizione: Kolaportið
Durata:  2 ore
Statistiche dei viaggiatori su TripAdvisor: media giudizio 4 su 5 punti

9. La vita notturna

Weekend madness

Reykjavik è una capitale notturna molto viva ed attiva , fra i suoi innumerevoli bar locali e caffè con musica dal vivo che riempiono la città di allegria . Come tutte le capitali la vita notturna inizia dopo la mezzanotte , prima di tale ora i giovani si accalcano fuori i bar per far un’ottimo aperitivo ( ricordatevi che tutta la città non è economica e che una serata vi potrebbe costare cara ) . In particolare Il costo delle bevande alcoliche e mediamente più alto delle altre città , comunque cosa in favore e che la maggior parte dei pub è ad ingresso gratuito . La tradizione musicale e culturale islandese si fa sentire anche durante la notte dove si svolgono piccoli concerti musicali per tutti i gusti  . E’ possibile mangiare fino a tardi in quanto la cucina generalmente chiude verso le 23:00 . Tutti i locali sono insonorizzati ,affollati e spesso a 2 piani , facilmente trovabili in quanto hanno grandi vetrate sulla strada principale . E’ facile trovare gente per strada nelle prime ore mattino , sono coloro che si ritirano dai locali dopo una notte di sfrenate fantasie .

10. Cosa mangiare

Þorramatur

Che dire sulla cucina , come ogni posto ha la sua tradizione culinaria . Essendo una regione con un clima austero e glaciale (nei mesi più freddi) , opta per non buttare niente del cibo cacciato o pescato . Se siete interessati ( e non troppo animalisti ) potrete assaggiare piatti a base di carne di balena . Le carni vengono essiccate , salate e affumicate  oppure conservate nel siero di latte per 3/4 mesi . Il piatto più conosciuto è il  Svið , un piatto per i più audaci . Si tratta  di una testa di pecora , tagliata in 2 e cotta sulla brace , dopo viene bollita oppure conservata in salamoia . Il prezzo medio della portata è di 8 euro . Altro piatto a base di pecora ma decisamente più delicato è Kjötsúpa , una zuppa con agnello carote patate e paprica dal gusto gradevole .Il prezzo e di solo 8 euro . Un piatto a base di squalo  è l’hákarl ,una portata decisamente più ostica per i nostri stomaci . Si tratta di carne di squalo che viene lasciata , per settimane , a macerare in botti di legno interrate .Procedura che permette il rilascio dell’ammoniaca dalle carni del pesce , rendendola così commestibile . il prezzo medio a portata è di 12 euro , fate attenzione l’odore potrebbe disgustarvi . Infine abbiamo uno spuntino di origine danese , formato da più strati di pane con salmone affumicato , gamberi e  maionese . IL suo nome è  Brauðterta ed il prezzo medio è di 5 euro .

Curiosità e cose da sapere

Sicuramente bisogna sapere che l’Islanda è uno dei paesi all’avanguardia sull’utilizzo delle fonti di energia pulite . Infatti tutta l’elettricità prodotta è ricavata da fonti idroelettriche . Le case sono riscaldate geotermicamente e l’utilizzo di energia nel teleriscaldamento non rilascia gas a effetto serra. Reykjavik ha come primato internazionale il minor rilascio di  gas serra nell’atmosfera . Nel 2003 il rilievo portava solo  2,8 tonnellate di CO2 a persona . Cosa simpatica da sapere è che nel paese non troverete le fastidiosissime zanzare . Cosa di cui non dovrete meravigliarvi e quando vedrete fuori dai locali i passeggini parcheggiati con all’interno i bambini , tradizione comunemente usata dalle donne del luogo .  Il paese ha talmente poche persone ( le pecore superano di gran lunga gli esseri umani , 480.000 pecore contro i 350.000 abitanti   ) esiste un app per il cellulare per evitare gli incesti . Nel periodo natalizio gli islandesi non aspettano Babbo Natale ma gli Jólasveinar , 13 folletti che arrivano in città per combinare dispetti alla popolazione .

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare