Santa Teresa di Gallura

Santa Teresa di Gallura

Santa Teresa di Gallura – il borgo

Un caratteristico borgo si erge su un promontorio affacciato sulle Bocche di Bonifacio, ambita meta turistica.
Borgo di circa cinquemila abitanti, che d’estate si moltiplicano con l’arrivo di decine di migliaia di turisti, ma l’indiscusso protagonista di Santa Teresa Gallura resta il mare.
Fondata nel 1808 dal Re Vittorio Emanuele I e ribattezzata con il nome della moglie Maria Teresa d’Austria, Santa Teresa è una delle località marittime più famose del Nord Sardegna.
Il porto turistico del borgo è uno dei più importanti della Gallura e collega l’isola con la vicina Corsica.

Spiagge Santa Teresa di Gallura, ecco le più belle.

La costa è tratteggiata da numerose rientranze e promontori che nascondono bellissime spiagge bagnate da un mare cristallino e fondali ricchissimi. La maggior parte delle spiagge, eccetto La Rena Bianca due minuti a piedi dal centro del paese, sono raggiungibili in 10/15 minuti di macchina e solo alcune sono accessibili a piedi o in barca.
La maggior parte delle spiagge è dotata di servizi essenziali quali chioschi bar, servizi igienici, noleggio ombrelloni, sdraio, canoe e pedalò ed altro.
Tra le varie spiagge possiamo trovare:

La Rena Bianca

a due passi dal centro del paese, una mezzaluna di sabbia lunga 341 mt orientata verso l’isola francese della Corsica.
Nelle belle giornate sono ben visibili le alte falesie bianche di calcare della città di Bonifacio. La spiaggia, dal 1987 “Bandiera Blu d’Europa”, è particolarmente indicata per i bambini ed è dotata di una rampa per disabili;

Santa Teresa di Gallura Rena Bianca
Santa Teresa di Gallura Rena Bianca

La Taltana e Poltu Pitrosu,

raggiungibile da Santa Teresa, in direzione di Capo Testa, percorsi circa 2 km svoltare a sinistra seguire una discesa di tornanti per il villaggio di Baia Santa Reparata, così chiamata per l’antica chiesetta che sorge sulla riva del mare. La spiaggia principale è caratterizzata da una piccola mezzaluna di sabbia fine e dorata circondata dalla macchia mediterranea e da rocce  che formano delle piscine naturali. Proseguendo diritti dalla spiaggia principale dopo circa 400 mt si raggiunge un piazzale, seguire il sentiero per la spiaggia di Poltu Pitrosu. Il luogo è particolarmente apprezzato dagli amanti delle immersioni;

Capo Testa e le spiagge di Ponente e Levante

a circa 3 km dal centro, si trova il promontorio di Capo Testa. Una lingua di terra divide l’area in due zone, a sinistra la Rena di Ponente nota anche come spiaggia di Taltana, Bandiera Blu dal 2013, e sulla destra, Rena di Levante, detta anche spiaggia “di zia Colomba” dai locali o “dei graniti”, per i resti delle cave romane. La particolare posizione delle due spiagge consente di fare il bagno in qualsiasi condizione di vento;

Santa Teresa di Gallura Capo Testa
Santa Teresa di Gallura Capo Testa

Cala Spinosa e Cala Francese

piccola cala incontaminata riparata dal vento e circondata da enormi massi granitici. Un angolo di pace.
Dirigendosi a piedi fino al faro del XIX secolo si puo’ ammirare il circostante paesaggio roccioso e selvaggio, poi seguendo uno stretto sentiero si raggiunge una piccola insenatura mozzafiato. Posti ideali per gli amanti delle immersioni e dello snorkeling;

Santa Teresa di Gallura Cala Spinosa
Santa Teresa di Gallura Cala Spinosa

Cala Grande

(nota valle della Luna), l’area è immersa nella fitta macchia mediterranea e circondata da diverse valli e calette incontaminate suddivise da massi granitici giganteschi erosi dal vento in forme bizzarre. Un posto unico al mondo che vale la pena visitare;

Santa Teresa di Gallura Cala Grande
Santa Teresa di Gallura Cala Grande

Cala Sambuco

si tratta di una piccola insenatura incontaminata, non ci sono servizi, un posto solitario ideale per gli amanti della quiete. Raggiungibile via terra ma si consiglia di raggiungerla in barca;

Santa Teresa di Gallura Cala Sambuco
Santa Teresa di Gallura Cala Sambuco

La Sciumara o Porto Liscia

la spiaggia, spesso battuta dal vento di maestrale è meta ideale dei surfisti, che ogni anno arrivano da tutto il mondo per partecipare e gareggiare in occasione degli eventi sportivi organizzati da alcune associazioni locali;

santa teresa di gallura porto liscia
Santa Teresa di Gallura Porto Liscia

La Liccia

spiaggia situata nei pressi dell’omonimo campeggio. Consigliata, in caso di vento favorevole, agli amanti del surf;

Conca Verde

spiaggetta circondata da una piccola pineta offre momenti di puro relax ed uno spettacolare panorama sull’isola di Spargi;

Santa Teresa di Gallura Conca Verde
Santa Teresa di Gallura Conca Verde

Porto Quadro

una bella spiaggia sabbiosa inserita in un contesto paesaggistico molto suggestivo e selvaggio, circondata da rocce modellate dal vento e da una verde macchia mediterranea. Il mare che la bagna è turchese e cristallino;

La Marmorata

situata nel tratto di costa più settentrionale della Sardegna, ai piedi del promontorio di Capo Falcone, ed è facilmente raggiungibile partendo da Santa Teresa in direzione Palau.  Una spiaggia molto ampia di fine sabbia bianca con calette rocciose, circondata da una verde macchia mediterranea e bagnata da un mare limpido, trasparente e dal fondale basso;

Santa Teresa di Gallura La Marmorata
Santa Teresa di Gallura La Marmorata

La Licciola

spiaggia di sabbia bianca, raggiungibile dopo aver percorso un breve sentiero a piedi, costituita da due piccole insenature suddivise da formazioni rocciose. Il paesaggio circostante è costituito da una vegetazione tipicamente mediterranea e da trasparenti acque verde smeraldo;

Santa Teresa di Gallura La Licciola
Santa Teresa di Gallura La Licciola

Porto Pozzo

spiaggia situata all’interno di un canale naturale, e nel lato sinistro si trova un porticciolo per imbarcazioni da diporto;

Lu Pultiddolu

è una piccola e soleggiata baia molto tranquilla ricca di rigogliosa vegetazione di macchia mediterranea. Il litorale è di soffice sabbia bianca, bagnato da un bellissimo mare turchese;

La Balcaccia

spiaggia inserita in una cala isolata e tranquilla.
La sabbia bianca, gli scogli di granito che affiorano dall’acqua e la florida macchia mediterranea rendono il paesaggio molto suggestivo.

Santa Teresa di Gallura La Balcaccia
Santa Teresa di Gallura La Balcaccia

Isolotto di Municca

ottima meta per una giornata d’esplorazione e snorkeling, con le sue rocce caratteristiche e i suoi fondali variegati.

Cosa vedere a Santa Teresa di Gallura

Le rocce di granito scolpite nei millenni, l’architettura straordinaria della natura e i resti delle antiche civiltà offrono ai visitatori numerosi luoghi di interesse.
Una delle mete più belle di Santa Teresa Gallura è il Faro di Capo Testa, un luogo noto per i tramonti mozzafiato, alla sera si percepisce uno spirito di altri tempi.
Con una piacevole passeggiata si giunge alla famosa Valle della Luna, così chiamata per il paesaggio singolare prodotto dai grandi massi di granito bianco. Le rocce circondano la valle che arriva fino al mare.
Invece per gli appassionati di storia e archeologia, saranno imperdibili i resti della civiltà nuragica con la tomba dei giganti di “Lu Brandali”, tra i più importanti siti della Gallura e le cave Romane, segno dell’estrazione di granito durante il dominio capitolino.

Cosa fare a Santa Teresa di Gallura

Per tutti gli amanti del trekking, possono fare una passeggiata nel sentiero natura di Punta Cuntessa e immergersi tra i profumi delle piante della macchia mediterranea. Un bellissimo percorso tra terra e mare che conduce alle antiche batterie militari mimetizzate tra i meravigliosi graniti.
Nella stagione estiva Santa Teresa di Gallura è animata da eventi, musica e rassegne enogastronomiche ma l’appuntamento più atteso è Musica sulle Bocche, il jazz festival internazionale che si fonde tra musica e paesaggi mozzafiato. Ogni agosto talentuosi artisti si esibiscono negli scenari più belli del Nord Sardegna, dall’alba al tramonto incantano e regalano emozioni indimenticabili in luoghi unici.
L’indiscusso fascino del Nord Sardegna è senz’altro frutto della bellezza del mare con le sue acque cristalline.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on linkedin
LinkedIn
Correlati

Potrebbe interessarti

Albania

Vacanze in Albania

Alla scoperta dell’Albania: consigli di viaggio, dove andare e cosa vedere L’Albania per diversi anni rimasta in ombra e poco considerata tra le mete da visitare per un viaggio, negli ultimi tempi si è invece trasformata in una meta must-have. Infatti, l’Albania ha davvero tantissimi luoghi unici da visitare, dalla bellezza delle sue coste e

Vacanze in Grecia

Vacanze in Grecia

Viaggio nella Grecia, culla della civiltà occidentale La sua civiltà ci ha sempre affascinato da quando, da ragazzini, l’abbiamo iniziata a studiare sui libri di storia. Oggi, la Grecia, continua ad essere al centro dei nostri interessi per motivi certamente legati alla ricerca delle nostre origini ma non solo. L’esperienza ellenica, infatti, ben si presta

Museo della 500

Il museo della 500

Il museo della 500: un luogo assolutamente da visitare Se sei in possesso di una Fiat 500, se ne vai orgoglioso, se pensi che questa sia una delle macchine più belle che la Fiat abbia mai messo in commercio, non possiamo che consigliarti di prestare una grande attenzione alla sua cura. Basta così poco infatti

Fabriano La città della carta

Fabriano, la Città della Carta: 3 musei da visitare assolutamente

Sono stati i cinesi ad aver inventato la carta, materiale questo che si è poi diffuso nel resto del mondo grazie alle popolazioni arabe. È a Fabriano però, cittadina dell’entroterra marchigiano, che la carta è stata trasformata sino a diventare il prodotto che tutti noi oggi conosciamo e che tutti noi siamo soliti utilizzare quotidianamente.

SALENTO

Salento, il tacco che fa più bella l’Italia

Non passerà mai di moda il tacco. La sua funzione è estetica, abbellire aumentando la statura e dando slancio al polpaccio. Questo principio non vale solo nell’abbigliamento e solo per le donne. Anche nel calcio il colpo di tacco è considerato una delle soluzioni più spettacolari che ci siano, sono in pochi i giocatori a