Maya Bay Thailandia

Thailandia Maya Bay: rischia di chiudere ai turisti

Maya Bay in Thailandia, tra le spiagge più famose del mondo, rischia di chiudere ai turisti.

La spiaggia di Maya Bay è diventata famosa da quando è apparsa nel film Leonardo Di Caprio “The Beach “.

Maya Bay Thailandia
Maya Bay Thailandia

È una delle spiagge più famose del mondo, grazie al ruolo da protagonista nel film di Danny Boyle del romanzo bestseller di Alex Garland, e viene spesso definita semplicemente “la spiaggia”.

Maya Bay arriva fino a 5.000 visitatori al giorno, con la maggior parte dei turisti che viaggiano in barca da Phuket o Koh Phi Phi. Gran parte di questo turismo è stato stimolato dal film The Beach, pubblicato nel 2000 e interpretato da Leonardo Di Caprio.

Maya Bay però rischia di rimanere chiusa ai turisti, molto probbabilmente rimmarà chiusa nel periodo della bassa stagione da giugno a settembe, per dare tempo alla barriera corallina di rigenerarsi.

Thamrongnawasawat, vice presidente della facoltà di pesca dell’Università Kasetsart di Bangkok, quasi l’80% delle barriere coralline della Thailandia sono state distrutte, le cause principali sono gli hotel sul mare, ancoraggi per l’imbarcazioni e rifiuti di plastica gettati in mare.

Coloro che hanno familiarità con la regione sono consapevoli del sovraffollamento di Maya Bay. Sam Clark di Experience Travel afferma che il tour operator ha smesso di suggerire ai suoi clienti di fare gite in barca a Maya Bay già tempo fa. “Anche se è una baia meravigliosa, visitarla con una flotta di barche e orde di turisti, toglie la magia”, ha detto. “Se la baia ha bisogno di essere chiusa per consentire il tempo di recupero in bassa stagione, posso solo accoglierlo.”

Il turismo è importante in Tailandia, con alcune statistiche si è stimato che rappresenta il 18% del PIL del paese. Il numero di visitatori è triplicato, dal 2004 e nel 2017 ha superato i 35 milioni di arrivi.

Maya Bay Thailandia, quando andare

Vi consigliami di visitare questa meravigliosa spiaggia alle prime luci dell’alba per evitare la folla e cogliere in pieno tutta la sua bellezza.

Se siete a Phuket potete acquistare un’escursione in uno dei tanti botteghini dell’isola

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on linkedin
LinkedIn
Correlati

Potrebbe interessarti

Albania

Vacanze in Albania

Alla scoperta dell’Albania: consigli di viaggio, dove andare e cosa vedere L’Albania per diversi anni rimasta in ombra e poco considerata tra le mete da visitare per un viaggio, negli ultimi tempi si è invece trasformata in una meta must-have. Infatti, l’Albania ha davvero tantissimi luoghi unici da visitare, dalla bellezza delle sue coste e

Vacanze in Grecia

Vacanze in Grecia

Viaggio nella Grecia, culla della civiltà occidentale La sua civiltà ci ha sempre affascinato da quando, da ragazzini, l’abbiamo iniziata a studiare sui libri di storia. Oggi, la Grecia, continua ad essere al centro dei nostri interessi per motivi certamente legati alla ricerca delle nostre origini ma non solo. L’esperienza ellenica, infatti, ben si presta

Museo della 500

Il museo della 500

Il museo della 500: un luogo assolutamente da visitare Se sei in possesso di una Fiat 500, se ne vai orgoglioso, se pensi che questa sia una delle macchine più belle che la Fiat abbia mai messo in commercio, non possiamo che consigliarti di prestare una grande attenzione alla sua cura. Basta così poco infatti

Fabriano La città della carta

Fabriano, la Città della Carta: 3 musei da visitare assolutamente

Sono stati i cinesi ad aver inventato la carta, materiale questo che si è poi diffuso nel resto del mondo grazie alle popolazioni arabe. È a Fabriano però, cittadina dell’entroterra marchigiano, che la carta è stata trasformata sino a diventare il prodotto che tutti noi oggi conosciamo e che tutti noi siamo soliti utilizzare quotidianamente.

SALENTO

Salento, il tacco che fa più bella l’Italia

Non passerà mai di moda il tacco. La sua funzione è estetica, abbellire aumentando la statura e dando slancio al polpaccio. Questo principio non vale solo nell’abbigliamento e solo per le donne. Anche nel calcio il colpo di tacco è considerato una delle soluzioni più spettacolari che ci siano, sono in pochi i giocatori a